Il mio orto sul balcone #4: “pizzelle” con fiori di zucchine a chilometri zero

di Caterina, 19 giugno 2011 · 1 commento

È quasi un mese che piove ogni giorno, e le piante di zucchine festeggiano la pioggia con foglie rigogliose e un’infinità di fiori maschi. I fiori maschi sono quelli che non hanno la zucchina sotto, per intenderci. In linea di massima dovrebbe funzionare così: i fiori maschi impollinano le femmine, e così nascono le zucchine vere e proprie, con tanto di fiore anche loro. Ma finora di femmine se ne sono viste poche (abbiamo raccolto solo tre piccole zucchine da 3 o 4 centimetri). In compenso ogni mattina si aprono fiori nuovi, che sono diventati una presenza costante sulla nostra tavola. E devo dire, con un’ottima riuscita, data la loro freschezza e delicatezza che li rende estremamente versatili. E noi infatti li mangiamo un po’ in tutte le salse: si possono aggiungere a fine cottura a qualsiasi piatto di pasta oppure si possono mettere nel risotto, e stanno benissimo col pesto e con le insalate (anche di riso, di farro o di pasta).

Oggi, dato che ne ho raccolti un bel po’, ho deciso di rispolverare un classico della cucina partenopea: le “pizzelle con i fiorilli” (che sta per “paste cresciute fritte con i fiori di zucca o zucchine”), un’ottima ricetta di stagione che di solito riscuote grande successo come antipasto in una cena o una festa all’aperto (l’importante è mangiarle calde, appena fatte).

Ecco la ricetta, per chi volesse cimentarsi:

Ingredienti per circa 30 pizzelle
650 grammi di farina, 15 grammi di lievito, mezzo litro d’acqua tiepida, un cucchiaino e mezzo di sale e un congruo mazzetto di fiori di zucchine dell’orto.

Procedimento

  1. Tagliare i fiori di zucchine la mattina quando sono aperti. Attenzione: le piante di zucchine pungono e sono molto urticanti, per cui conviene toccarle e maneggiarle con un paio di guanti.
  2. Sciogliere il lievito e il sale nell’acqua tiepida.
  3. Mettere la farina in una zuppiera e versare l’acqua pian piano amalgamando. Questa è la parte difficile: l’impasto va un po’ sbattuto nella zuppiera e deve restare abbastanza morbido, ma non troppo liquido. Non deve diventare una palla solida come l’impasto della pizza: la consistenza giusta è quella di una pastella elastica e gommosa.
  4. Quando l’impasto ha raggiunto la consistenza giusta, metterlo a lievitare coperto per due ore e mezza.
  5. Far appassire i fiori di zucchine in poco olio, sale e pepe.
  6. Quando l’impasto è lievitato, unire i fiori tagliati a listarelle, mescolare e far lievitare per un’altra mezz’ora. (Per insaporire ulteriormente, si può aggiungere anche qualche acciuga).
  7. Far scaldare abbondante olio in una padella: versare la pastella a cucchiaiate e friggere a fuoco vivace. Quando la parte di sotto della frittella diventa dorata, girare la frittella e farla cuocere anche dall’altra parte.

Ecco qua: le pizzelle con i fiorilli dell’orto sono pronte. Buon appetito!

 

Ti è piaciuto l'articolo?
Abbonati al feed RSS o alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti.

Precedente:

Successivo: